Si tramanda la storia dell’inizio della Fondazione “Asilo di Maternità V. Arnaboldi” da padre in figlio. Essa racconta che i coniugi Arnaboldi, benestanti e buoni cristiani, avevano al loro servizio alcune giovani donne. Non esisteva ancora il congedo maternità in quegli anni di fine 1800 inizio del ‘900, ma gli Arnaboldi, Vincenzo ed Ernestina che non avevano figli, si accorsero che le donne al loro servizio dopo il parto, continuavano il loro lavoro presso la loro casa e i neonati erano a casa ad aspettare. Misero quindi a loro disposizione una stanza della casa dove lasciarli e poterli allattare durante al giornata. Si racconta che dopo soli tre mesi i piccoli in quella stanza fossero già una dozzina.

Da allora, l'accoglienza e l'educazione dei bambini iniziata nella loro casa a Lugano, continuò anche dopo la loro morte grazie alla costituzione, nel 1908, della Fondazione. La Culla Arnaboldi, diretta dal 1967 dalle Piccole Suore di Santa Teresa di Gesù Bambino, è ancora un servizio socio educativo che si occupa di bambini provenienti dalla regione di Lugano. Negli anni ha cambiato più sedi, fino al 1967 quando è stata inaugurata la sede di Via dei Ronchi.

Negli anni anche il nome è cambiato, da ‘Culla Arnaboldi’ a ‘Centro Infanzia Arnaboldi’, ad indicare la riflessione attenta ai bisogni delle famiglie, all’evoluzione della società e quindi anche delle modalità di accoglienza dei bambini.

Oggi il Centro Infanzia Arnaboldi accoglie 60 bambini tra 0 e 6 anni, di cui 30 sono accolti in regime di 'protezione'.